top of page

A PERSICETO LA CONSULTA NAZIONALE DEI PRESIDENTI

La Sala Consiliare del Comune di San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna, ha ospitato la Consulta dei Presidenti dei Comitati Regionali della Federazione Italiana Bocce.

A presiedere la Consulta, il presidente federale Marco Giunio De Sanctis, presente con i consiglieri federali alla vigilia del Consiglio Federale, convocato per la mattina di sabato 9 luglio 2022.



“È una Consulta dei Presidenti regionali molto importante perché convocata alla vigilia di due grandi eventi internazionali – ha esordito il presidente Marco Giunio De SanctisPersonalmente, sono reduce da un’appassionante finale scudetto del Volo e, inspiegabilmente, da due final four della Petanque, disputate in due luoghi e weekend differenti”.

“Noi dobbiamo accorpare gli eventi e, dall’anno prossimo, così come ne discuteremo nel corso della riunione della Commissione Tecnica Federale Unitaria, organizzeremo meno eventi, rispetto ai quali già da 55 siamo passati a 40, ma con l’obiettivo di non avere più di 20 manifestazioni federali all’anno, unificando in una medesima location i campionati giovanili, seniores maschili e femminili – ha proseguito De SanctisAnche attraverso gli eventi, a livello mediatico, dobbiamo trasmettere il concetto di unitarietà. La nostra disciplina ha la grande peculiarità che si possono organizzare eventi tricolori individuali e a squadre, maschili, femminili e juniores, concomitanti e nella stessa location e nello stesso fine settimana”.

“Per risaltare queste nostre grandi peculiarità, oggi, abbiamo l’ambizioso progetto della webtv, che è stata la ciliegina sulla torta del grande lavoro fatto a livello d’immagine e comunicazione sin dal 2017 – ha evidenziato De SanctisIl bacino d’utenza dei potenziali appassionati dello sport delle bocce è enorme, in Italia e nel Mondo, e con la piattaforma della webtv possiamo raggiungere numeri importanti con un grande ritorno a beneficio di tutto il movimento”.

“La FIB avrà una struttura dedicata alla webtv, poiché l’obiettivo è quello di produrre e trasmettere in diretta, ogni anno, circa ottanta tra gare, incontri di campionato, conferenze stampa, cerimonie d’un certo livello – le parole di De SanctisParliamo di una grande innovazione, anche alla luce del fatto che poche Federazioni Sportive Nazionali possono annoverare una propria piattaforma televisiva. Si tratta di un grande investimento in termini di risorse umane ed economiche e, per questo motivo, occorrerà disciplinare la questione dei diritti televisivi e pubblicitari dello sport delle bocce, così come avviene in tutte le discipline”.

Tanti gli argomenti trattati dal presidente federale, che ha ribadito come “i bandi della FIB siano uno strumento per assicurare, in favore delle società sportive, la trasparenza per l’assegnazione dei fondi legati ai migliori progetti promozionali”.

Relativamente ai corsi per dirigente, “sono di fondamentale importanza, poiché oggigiorno serve conoscere i modelli di gestione, le normative in vigore, essere aggiornati sui bandi sull’impiantistica, sui progetti di Sport e Salute, del CONI, degli altri enti istituzionali e sportivi. La stessa Federazione Italiana Bocce ha partecipato a quattro bandi pubblici, aggiudicandoseli tutti".

Sul tema della formazione, per De Sanctis “un dirigente, per esempio, ai fini della propria attività, non può non conoscere la differenza tra una Federazione Sportiva Nazionale, che pratica Alto Livello e promozione, e un Ente di Promozione Sportiva, complementare alla Federazione, che deve limitarsi a promuovere la disciplina e l’attività sportiva”.

“È importante, inoltre, anche che sul territorio ci siano le figure specializzate, a fini promozionali e sportivi e sotto questo profilo il nostro Centro Studi e Formazione è all’avanguardia per formare sia le figure tecniche che quelle dirigenziali”, ha precisato De Sanctis.

De Sanctis, in conclusione delle sue comunicazioni, ha ribadito quanto “sia importante l’accordo sottoscritto tra la Federazione Italiana Bocce e le Fiamme Oro per dar modo a due atleti del Volo, Matteo Mana e Serena Traversa, di entrar a far parte del gruppo sportivo della Polizia di Stato. Questa intesa apre la nostra Federazione a possibili ulteriori intese con gli altri Gruppi Sportivi delle forze armate e militari. Una novità epocale per la nostra disciplina”.

Infine, De Sanctis ha spoilerato una novità per l’imminente futuro, “con la costituzione, in luogo delle troppe Commissioni presenti, di due Comitati, uno per lo Sport per tutti e l’altro per l’Alto Livello, uno complementare all’altro e per i quali saranno individuati i relativi componenti”.

Una Consulta particolarmente proficua con un confronto serrato ed efficace per l’attività della Federazione Italiana Bocce.

4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page